Google ha annunciato mercoledì di aver deciso di dare ai webmaster, ai SEO, agli sviluppatori e agli sviluppatori più tempo per prepararsi al passaggio all’indicizzazione mobile-first. La scadenza è stata spostata da settembre 2020 a marzo 2021.

In precedenza. Google all’inizio di marzo, prima che tutti i lock-down iniziassero in gran parte del mondo, ha annunciato che la scadenza per tutti i siti per passare all’indicizzazione mobile-first sarebbe settembre 2020. A quel tempo, Google ha dichiarato: “Per semplificare, passeremo all’indicizzazione mobile-first per tutti i siti Web a partire da settembre 2020.”

Ora. Ora che siamo ancora al ginocchio in questa pandemia, Google ha detto, ” Ci rendiamo conto che in questi tempi incerti, non è sempre facile concentrarsi sul lavoro come altrimenti, quindi abbiamo deciso di estendere il lasso di tempo fino alla fine di marzo 2021.”Questo non è una sorpresa. Google ha lasciato cadere suggerimenti che potrebbe spingere la scadenza mobile-first per mesi.

La maggior parte dei siti commutati già. La maggior parte dei siti sono già stati passati a mobile-first indicizzazione. All’inizio di marzo, Google ha detto che ” il 70% di quelli mostrati nei nostri risultati di ricerca si sono già spostati.”Sono sicuro che il numero è un po’ più alto ora. In effetti, tutti i nuovi siti per impostazione predefinita vengono indicizzati utilizzando l’indicizzazione mobile-first. Puoi verificare se il tuo sito è stato spostato accedendo a Google Search Console. Più su come farlo qui.

Anni in divenire. Google ha avviato il processo di indicizzazione mobile-first nel 2016. Google ha lavorato fino a questo punto per quasi quattro anni. Abbiamo avuto tutto il tempo per prepararci a questo e non dovrebbe sorprendere nessuno qui. Google ha detto mobile-prima indicizzazione ” è stato uno sforzo continuo di Google per diversi anni.”

Preparare. Se hai siti che gestisci che non sono ancora migrati, Google ha documentato alcuni dei problemi che dovresti esaminare che potrebbero impedire al sito di essere migrato automaticamente all’indicizzazione mobile-first. Ecco un elenco riassuntivo di ciò che Google ha scritto ma controlla il post di Google per maggiori dettagli:

  • meta tag Robots in versione mobile
  • Lazy-loading sulla versione mobile
  • Essere consapevoli di ciò che si blocca
  • assicurarsi che il contenuto primario è lo stesso sul desktop e mobile
  • Controllare le vostre immagini e video tra cui
    • la qualità dell’Immagine
    • gli attributi ” Alt ” per le immagini
    • Diversi Url di immagine tra desktop e mobile versione
    • Video markup
    • Video e il posizionamento dell’immagine

Perché abbiamo cura. Mentre non hai più bisogno di preparare i tuoi siti entro settembre 2020, mira a preparare il tuo sito prima del prossimo marzo. È meglio che Google migra il tuo sito volontariamente quando è pronto per il mobile piuttosto che forzare semplicemente il tuo sito sull’indicizzazione mobile-first. Se il tuo sito viene migrato prima della scadenza, significa che Google ritiene che il sito sia pronto e non vedrà danni alle sue classifiche quando viene migrato.

Circa l’autore

Barry Schwartz un redattore collaboratore di Search Engine Land e membro del team di programmazione per eventi SMX. Possiede RustyBrick, una società di consulenza web con sede a NY. Gestisce anche Search Engine Roundtable, un popolare blog di ricerca su argomenti SEM molto avanzati. Il blog personale di Barry si chiama Cartoon Barry e può essere seguito su Twitter qui.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.