Se la condivisione di esperimenti di successo o mettendo in evidenza i duds e le lezioni apprese, lottare per la semplicità. Più le informazioni sono digeribili, più è probabile che le persone imparino da esse. “Cattura un intero test su una singola diapositiva: la descrizione, l’ipotesi, le variazioni, il risultato e i passi successivi”, dice Jesse. “Devi lasciare alcuni asterischi e tutti i dettagli nell’appendice.”

L’approccio a una diapositiva semplifica la creazione di un modello e di un processo di comunicazione che può essere replicato. “Le parti interessate sanno esattamente cosa otterranno ogni volta che eseguiamo un test, e non mi sembra di dipingere un’immagine che racconta solo la storia che voglio raccontare”, dice Jesse. “Ammetto i nostri test che non hanno successo. Do credito alle squadre che hanno partecipato ai test che riescono.”

Un esperimento andato storto non deve significare che qualcuno ha sbagliato. In una cultura di crescita, dovrebbe significare che hai provato qualcosa di nuovo, misurato i risultati e imparato che il cambiamento non ha aiutato la linea di fondo. Se i tuoi test hanno sempre successo, probabilmente non stai testando abbastanza spesso o abbastanza aggressivamente.

Tuttavia, è importante che i guasti, come il test stesso, siano diretti e misurati attentamente. Prima di iniziare a pubblicare un report trimestrale sugli errori, assicurati di aver addestrato tutti sulle best practice per guidare la crescita attraverso test e sperimentazioni. Dovresti avere framework e metodologie chiare e ripetibili per i test che tutti possono (e fanno) seguire.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.